.
Annunci online

willard
SOCIETA'
11 ottobre 2006
OPERAZIONE ARNO: 4 GIORNI DI INIZIATIVE PER RICORDARE L' ALLUVIONE DI FIRENZE
Io stavo per nascere, ancora nascosto nel ventre di mia madre; mio padre rimase fuori 1 giorno o 2 rifugiandosi a Fiesole con la sua NSU 1100 , senza tornare a casa in quanto del tutto impossibile; mio nonno, impiegato del Genio Civile di Firenze, si riparò a malapena dalla rottura degli argini di un affluente dell'Arno, mentre stava controllando il fiume. Insomma, quei giorni vengono solo a volte ricordati in famiglia, quasi, come consuetudine, a volerli cancellare non per oblio o volontà di ignorare, ma perchè credo provochino ancora un ricordo che risveglia quasi l'incubo del fagogitamento. L'alluvione è questo; se nel Novembre del '66 il mio punto d'osservazione era ancora dalla placenta, d'alluvione ne ho avuto saggio nel '92. E  quel più recente ricordo, mi lascia scorrere un film forte e pesante. L'acqua che arriva dappertutto, irrefrenabile, e che prima di giungere e salire, entra nelle case dal pavimento come fontanelle. Qualcosa, che se non si è visto, non si descrive. Il fuggi, fuggi, lo scappare delle persone come sotto un incubo; eppure nel '66, invece, a Firenze e in tutta la piana, l'Arno e i suoi affluenti si riversarono sulla terra, facendo pensare che quella cosa non sarebbe potuta accadere. Oggi, a 40 anni da quei fatti, Firenze non puo' dimenticare. E ogni decennio, si rinnova il ricordo. Questa volta, con un po' di anticipo rispetto alla commemorazione ufficiale,  Legambiente e il Dipartimento di Protezione Civile in collaborazione con Provincia e Comune di Firenze, ANPAS e Misericordie, organizzano quattro giorni di iniziative per il quarantennale dell'alluvione e il prezioso contributo degli "angeli". I cosiddetti "Angeli del fango".
Pulizia straordinaria degli argini, esercitazioni di protezione civile, sportelli informativi sul rischio idrogeologico e sulla sua prevenzione, giochi con gli studenti: è Operazione Arno, in programma nel capoluogo toscano dal 14 al 17 ottobre.



permalink | inviato da il 11/10/2006 alle 13:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 35062 volte

Manca l'animo a chi esequisce, o per riverenza, o per
propria viltà dello esecutore.
 (Discorsi sopra la Prima Deca di Tito Livio
Machiavelli)<

Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa.