.
Annunci online

willard
ECONOMIA
30 novembre 2006
ISLANDA PAESE PIU' RICCO d'EUROPA. MA quanto POTRA DURARE LA FLORIDITA' ECONOMICA?
L'Islanda è il paese europeo che, unico, segna una vera e propria crescita economica. Da sempre isolata, da sempre costosa, l'Isola adesso segna i passi più avanti. Difficile e facile allo stesso tempo l'analisi, anche se potrà apparire sempre approssimativa. Come mai l'Islanda in crescita è la più ricca d'Europa? Sicuramente la difficoltà della sua economia nei decenni scorsi, fa si che oggi, con un movimento all'innalzamento registri, rispetto alla piatta calma degli altri Paesi, una curva sensibilmente migliore. Di poi, l'indice del risultato territorio, ambiente, popolazione. Con indici molto radi, sembra che (si guardi anche la Nuova Zelanda) tale sistema demografico e sociologico faciliti, in tempi di globalizzazione, sviluppo e crescita, soprattutto perchè in tali casi sono fortmente in ribasso problemi invece noti alle aree fortemente urbanizzate e metropolitane d'Europa. L'Espresso, questa settimana, indaga sul fenomeno Islanda. Di certo sembra che in tempi di economia assoluta, la crescita economica vada soprattutto a quei Paesi che hanno vissuto maggiore carenze nel passato. Per gli altri Paesi, con sistemi industriali e infrastrutturali ordinati nei decenni (e talora ancora risultato del boom di 40 anni fa), è più difficile un balzo in avanti. Se ricordiamo bene, anni fa si parlava del fenomeno Norvegia e Finladia, paesi addirtittura con picchi di avanzo pubblico, ossia di un sistema di drenaggio fiscale migliore del PIL e delle uscite.
La realtà, però, sembra anche massificare i dati. Nell'economia che ormai ci caratterizza, le fasi di balzo in avanti, di forte crescita, seppur ben salutate, difficilmente resistono come ogni cosa; resistono, poi, invece, forme di saturaizone, di stagnazione e l'introduzione in ciclo di un sistema più complesso che porta l'economia ad essere stabile, ad aumentare i costi, a cambiare le condizioni di vita, di consumo e di denaro. A ciò, sembra seguire ormai la stagnazione, le varie fasi up e down, in un grafico che pressochè è molto simile fra i paesi. Forse, un rilancio forte della più generale economia europea potrebbe essere dato dalla diminuzione verticale dei consumi e importazione di petrolio, e allo stesso tempo di un'economia dell EUro  che non se non riesce, per accordi bipartisan, a superare nel commercio il Dollaro, possa diventare comunque la moneta dello scambio commerciale con l'ASIA. Se così fosse, un colpo grosso potrebbe essere davvero in costruzione.



permalink | inviato da il 30/11/2006 alle 17:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 35080 volte

Manca l'animo a chi esequisce, o per riverenza, o per
propria viltà dello esecutore.
 (Discorsi sopra la Prima Deca di Tito Livio
Machiavelli)<

Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa.